adv

Terminano i tre giorni della Serie A

Archiviata anche la ventinovesima giornata; martedì – ad inizio della tre giorni settimanale della massima divisione – la Lazio passa a Torino e la Juventus, espugnando Marassi, lascia il Genoa con l’acqua alla gola.

Ieri, mercoledì, i viola cadono al Franchi al cospetto di un Sassuolo straripante, mentre la Sampdoria vince a Lecce e, per adesso, respira in attesa delle prossime, decisive, gare.

La Spal, si fa agguantare, tra le mura amiche, su autogol, da un Milan – che forse meritava anche qualcosa in più – e resta impantanata nelle sabbie mobili della piena zona retrocessione.

L’Inter, con una goleada, decreta  la quasi certa fine delle speranze, per le rondinelle bresciane, di battersi fino all’ultimo per la salvezza e, da par suo, mantiene salda la terza posizione.

Il Verona batte il Parma, al termine di una partita combattuta e in bilico fino al termine; il Bologna divide la posta con il Cagliari ed entrambe le squadre lasciano il campo soddisfatte.

Stasera, all’epilogo, il Napoli cede a Bergamo e l’Atalanta è sempre più sicura del quarto posto, ma la sconfitta interna della Roma, in dieci sin dalla mezz’ora del primo tempo – ad opera di una Udinese che prende, così, una sostanziosa boccata di ossigeno –, permette agli azzurri di attendere i giallorossi, alla prossima al San Paolo, con l’obiettivo di agganciarli al 5° posto.

Tale la situazione, a nove giornata dal termine di questo complicato campionato.