Topolino
L'ispettore Manetta. Foto da cooksandcomics.com
adv

Tra i diversi personaggi che abbiamo letto sui fumetti di Topolino non sempre si dà la giusta attenzione all’ispettore Manetta

Tra i tanti personaggi creati dall’universo Disney ne esiste uno che possiamo considerare secondario, ma che è entrato comunque nell’immaginario degli appassionati dei fumetti: l’ispettore Manetta che aiuta, non sempre in maniera efficace, Topolino nel risolvere i tanti e misteriosi casi.

Oggi, 2 luglio, è l’anniversario della sua nascita (1938). Adesso vi raccontiamo di come è nato e delle sue caratteristiche principali.

Topolino: la prima apparizione di Manetta

L’ispettore Manetta (Detective Casey) è un personaggio ideato nel 1938 ed ha esordito nella serie di strisce pubblicata sui quotidiani americani nello stesso anno.

La prima storia in cui appare è in Topolino e la banda dei piombatori il 2 luglio 1938. Successivamente riappare, quasi un anno dopo, in un’importante storia: Topolino e il mistero di Macchia Nera dove esordisce, appunto, uno dei nemici storici di Topolino.

Pochi sanno che Manetta è stato creato, da Floyd Gottfredson, anche prima del Commissario Basettoni.

Le caratteristiche dell’ispettore Manetta

L’ispettore Manetta è il più fedele collaboratore del Commissario Basettoni ma ha un carattere estremamente burbero tanto da provare un po’ di rancore verso Topolino che in un certo senso gli ruba la scena.

Lo vediamo spesso fumare il sigaro e si considera un buon poliziotto, nonostante sia un po’ tonto e non sia un abilissimo detective. Molto spesso è disattento nelle indagini e anche un po’ ingenuo.

Se analizziamo le diverse storie in cui appare, lo vediamo utilizzato in diversi modi, a volte in maniera totalmente differente rispetto ad alcuni racconti precedenti. Infatti, a seconda dell’autore, Manetta viene utilizzato o come personaggio comico o come personaggio serio che tenta in ogni modo di risolvere il caso.

Nonostante sia nato 81 anni fa, è solo negli anni ’90 che incomincia ad avere ruoli da protagonista e non più solamente di spalla.

Un personaggio un po’ dimenticato, ma speriamo, leggendo questo breve articolo, che vi abbia succitato un po’ di interesse nello scoprirlo o riscoprirlo.