Tragedia a Beirut (Fonte Wikipedia)
adv

10 italiani feriti insieme a due militari e una donna deceduta. Anche l’Italia rimane coinvolta nella terribile tragedia che ha coinvolto Beirut

Il Libano sta iniziando a reagire alla violenta esplosione che ha distrutto mezza città di Beirut questo martedì. 16 persone sono state arrestate ieri in merito a quanto accaduto: tra queste troviamo Hassan Koraytem, Direttore Generale del porto di Beirut.

Non solo, perché la popolazione sembra essere stanca del mal governo che regna in Libano.

Tragedia a Beirut

Al momento sono 157 i morti e oltre 5mila le persone ferite secondo quanto riportato dalle autorità libanesi. 

Una tragedia che ha coinvolto anche tanti paesi che hanno propri cittadini che vivono nella capitale libanese. 

Una delle esplosioni che ha coinvolto Beirut (Fonte Wikipedia)

L’italiana deceduta

Anche l’Italia ha perso una sua cittadina, una donna di 92 anni, così confermato da fonti della Farnesina, in stretto contatto con la nostra ambasciata a Beirut. 

La donna si chiama Maria Pia Livadiotti, nata nella capitale del Paese dei Cedri nel 1928. Sposò il medico libanese che operava nell’ambasciata italiana Lutfallah Abi Sleiman (morto nel 2005). 

Sembra che la causa del decesso sia stata dovuta alla forza d’urto provocata dall’esplosione 

Altri dieci nostri compatrioti sono rimasti feriti in maniera lieve.