Uber
Uber
adv

I risultati non positivi dell’ultimo anno, hanno costretto Uber ha effettuare dei tagli

Uber, l’azienda che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un’app che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti, ha annunciato un taglio di 350 posti. Una decisione difficile, ma la società la ritiene necessaria. Scopriamo i motivi di questa scelta.

Grosse perdite economiche per la società

Ad annunciare i tagli è stato l’amministratore delegato di Uber, Dara Khosrowshahi. Il dirigente ha comunicato tramite email ai propri dipendenti la necessità di quest’operazione, ecco di seguito il messaggio: “Come sapete negli ultimi mesi, il management ha valutato attentamente la squadra a disposizione per assicurare che la nostra organizzazione sia adeguata per il successo nei prossimi anni. Questo si è tradotto in difficili ma necessarie modifiche per assicurare di avere le persone giuste nei ruoli giusti. Giornate come queste sono difficili per tutti noi, faremo il possibile per assicurarci che non ci siano altri giorni come questo davanti a noi”.

I nuovi tagli riguardano le divisioni di auto a guida autonoma e le consegne di cibo, ma non sono i primi licenziamenti. Da luglio a settembre sono stati tagliati 800 posti di lavoro. I motivi sono da ricercare dagli ultimi risultati deludenti della compagnia: nel secondo trimestre, la società di trasporto passeggeri ha perso oltre 5 miliardi di dollari, cosa che ha spinto gli investitori ha esprimere preoccupazione per le perdite e che ha portato a un’ondata di licenziamenti.

Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.