Neonato
adv

Pena sospesa per la giovane mamma che ha ucciso il suo bambino di appena un mese, addormentandosi, ubriaca, sul suo corpicino

È successo in Galles, nella contea di Ceredigion. Marina Tilby, una giovane donna di 26 anni, si è addormentata ubriaca sul corpo del suo piccolo Darrian, di appena un mese di vita, schiacciandolo. Per il bambino non c’è stato nulla da fare, mentre per la madre, dopo una condanna di 2 anni e 4 mesi, ora è libera.

La ricostruzione dell’accaduto

Il tragico incidente è accaduto nel marzo 2017. Pare che la donna fosse uscita la sera del 29 marzo, in compagnia di sua sorella, portando con se il piccolo Darrian. Dopo essere state in un locale e aver bevuto, le due sorelle hanno incontrato degli amici presso la club house del parco roulotte di New Quay e tutti insieme hanno continuato la loro serata presso una di queste roulotte. Pare che Marina abbia dato da mangiare al piccolo, prima di addormentarsi accanto a lui su un letto matrimoniale. Qualche ora più tardi, è stata proprio sua sorella ad accorgersi che la ragazza, dormendo, stesse involontariamente schiacciando col suo peso il bambino. Immediatamente la corsa in ospedale, dove i medici hanno purtroppo constatato la morte del piccolo.

Riduzione della pena

La prima condanna nei confronti di Marina Tilby l’ha vista reclusa in carcere per 2 anni e 4 mesi. Dure le parole del giudice durante l’udienza: “È una responsabilità della madre, il dovere di una madre, e il suo istinto naturale di mettere la cura e la sicurezza del suo bambino di quattro settimane sopra ogni altra cosa. Questo è un terribile caso di egoismo materno”. Ma gli avvocati della donna hanno portato gli inquirenti a rivedere la posizione della donna, alla luce del grosso impatto che la morte di Darrian ha avuto sulla salute mentale di Marina, costringendola ad una grave depressione. E così, i giudici della Corte d’Appello di Londra hanno rivisto il caso e ridotto la pena a 16 mesi. Ora Marina è libera.