Una gru capovolta e uomo muore
adv

In Provincia di Cuneo, a Genola, un operaio è deceduto a causa del ribaltamento di una gru. La tragedia è avvenuta oggi, 7 ottobre 2019

Un gravissimo incidente sul luogo di lavoro è occorso oggi, 7 ottobre 2019, a Genola, Provincia di Cuneo (Piemonte). Un uomo di 56 anni, del quale conosciamo solo le iniziali (T.A.), è morto per la mancanza di un’adeguata sicurezza sul luogo di lavoro.

La gru ribaltata a Genola

Il mortale incidente di oggi è occorso presso la ditta Cemental SpA di Genola. Sembra, secondo una prima ricostruzione dei fatti, che una delle gru in funzione in quel momento si sia ribaltata durante il trasbordo di materiale su di un automezzo.

I soccorsi

Sono subito intervenuti sul posto i vigili del fuoco di Saluzzo, i carabinieri, i volontari di Savigliano e di Cuneo e gli ispettori dello SPRESAL (Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro). Purtroppo, però, per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

La sicurezza sul luogo di lavoro è ancora un optional in questo Paese. Simili incidenti non devono più esserci.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.