La volta celeste
La volta celeste
adv

Laura Affer ha effettuato un’incredibile scoperta astronomica: è riuscita ad individuare un nuovo pianeta, una Super Terra

Il nuovo corpo celeste è stato localizzato nell’ambito del progetto italo-spagnolo Hades (Harps-n Red Dwarf Exoplanet Survey) in italiano “Indagine sull’Esopianeta nana rossa di Harps-n”, il cui scopo è quello di localizzare nuovi pianeti extrasolari, all’interno del progetto italiano GAPS (Global Architecture of Planetary Systems).

Laura Affer, lavora presso l’Osservatorio palermitano dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) ed è stata lei ad aver effettuato l’importante scoperta.

La nuova Super Terra

La nuova Super Terra ruota attorno ad una stella lontana 26 anni luce dalla nostra Terra ed è un pianeta roccioso, con una massa 7 volte maggiore a quella terrestre. Il nome del nuovo corpo celeste ha ricevuto l’appellativo Gl 686b, per distinguerla dalla sua stella (sigla Gl 686), classificata come nana rossa.

La distanza tra la stella e la Super Terra permetterebbe, secondo gli esperti, la presenza di acqua allo stato liquido sulla superficie. Situazione che permetterebbe la vita come noi la conosciamo.

L’importante scoperta è in fase di pubblicazione sulla rivista “Astronomy & Astrophysics.  Worldwide astronomical and astrophysical research (A& A)” (in italiano Astronomia e Astrofisica. Ricerca astronomica e astrofisica mondiale).

Caratteristiche di questa Super Terra

Laura Affer non è nuova a queste scoperte: ha al suo attivo ben tre Super Terre scoperte. Gl 686b presenta una massa pari a 7 masse terrestri, livello intermedio tra quella nostra e quella di Nettuno.

Pianeti del sistema solare
Pianeti del sistema solare

La distanza tra il pianeta e la sua stella è molto breve, situazione che comporta un  procedimento che possiamo definire di rotazione sincrona. A causa di questo legame, il corpo celeste effettua la sua orbita in 15 giorni, mostrando così sempre la stessa faccia al suo sole (proprio come fa il nostro satellite).

La scoperta

La scoperta di Affer è il frutto di 4 anni di intensa osservazione della volta celeste, portata avanti grazie al Telescopio Nazionale Galileo di Las Palmas, nelle Canarie e a Harps-n, spettrografo ad alta risoluzione.

Per identificare la Super Terra, che gira attorno alla sua stella ad una distanza pari a un decimo della distanza intercorrente tra il Sole e il nostro pianeta madre, ovvero 0,09 unità astronomiche, è stata impiegata la tecnologia per misurare la velocità radiale di una stella, che cambia a causa dell’interazione gravitazionale con il pianeta.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.