Comunità Europea
adv

Economia in bilico tra poca chiarezza e scarsa fiducia

Quando ci troviamo in presenza di un individuo che ritiene, in modo assoluto, di possedere lui, e soltanto lui, in modo totale la verità, non ci sono dubbi che siamo al cospetto di un presuntuoso.
La logica di costui si articola unitamente nel pregiudizio;  un annebbiamento dell’intelligenza umana che induce ad escludere ed eliminare chiunque non è del suo parere; chiunque non vede la realtà con i suoi occhi. Questa terribile e pericolosa arroganza –  che può esacerbare discorsi  in qualunque contesto – non è mai attività produttiva. Anzi.
Inasprire l’opinabile non giova a nessuno. Tuttavia permane, netta ed evidente, l’impressione che l’attualità è spesso condizionata da surrettizi concetti, circa il corretto utilizzo della comunicazione. Detto “terra terra”, è sempre più in auge il convincimento che l’utente è manovrabile; nella politica, nello sport, nel vivere quotidiano e, di conseguenza, siamo a riconoscerci un evidente stato confusionale.
Alla fine è sempre e solo una questione di buona volontà, ma se il risultato conclusivo è una  interminabile sequela di particelle “condizionali”, allora siamo a distanza siderale dalla percezione della realtà.
Eppure, nonostante il momento, siamo al se…
se… l’applicazione del Meccanismo Europeo di Stabilità è compatibile con le interpretazioni di ciascuno;
se… le problematiche  afferenti alla vivibilità giornaliera, sono in effettiva relazione con le dovute cautele e che non bisogna abbassare la guardia;
se… il processo, che ci dovrebbe portare ad un graduale ritorno alla normalità, è adeguato alle effettive fattibilità organizzative;
se… l’umiltà ha la meglio sulla tracotanza;
se…può esistere un progetto indipendente, senza un’adeguata autonomia economica;
se… comprensibilità e realtà fiscali sono in rotta di collisione con gli alti gradi delle Istituzioni;
se… si è compreso che sono necessarie risposte efficaci ed immediate;
se … e se Fra Cacchio da Piovarolo è esistito realmente, o frutto di esasperazione.
“Qua le pezze e qua il sapone” si usava dire una volta. Le pezze esistono davvero: sono le banconote americane che, coniate in tela, ancora oggi ammoniscono “in god we trust”.

Ambizioni da verificare, ma esigenze impellenti

Non credo possiamo ambire a tanto, ma visto che il sapone ormai è del tutto consumato, almeno speriamo che in un’Europa scettica si possa discutere di esigenze e priorità.
Però sempre se…se con 200 “cliccate” su una piattaforma si può fare il ministro e distribuire incarichi (da svariate decine di migliaia di euro annui) in diversi Consigli di Amministrazione; se… senza aver mai compreso una “beata mazza”, del contesto politico e lavorativo, è possibile diventare statisti;
sempre se…se ormai si entra nelle Istituzioni senza avere la più pallida idea né una minima concezione di cui si parla.
Certo che se gentili signori, non più adusi a toni pacati e garbati, spesso con pettinatura da “mi sono alzato così come mi vedete”, dichiarano che ciascuno fa per sé e, quindi, il collegamento tra Istituzioni periferiche e Centrali diventa un caos incomprensibile per il Popolo, allora ci sta davvero poco da meravigliarsi se tutti sono diventati esperti nei più disparati campi.
Gli economisti, intanto, pensano a nuove tecniche, ma che – inevitabilmente – non possiamo applicare in solitudine.
Restiamo in un precario equilibrio, tra il da farsi e il come farsi.
L’esigenza di criterio è ormai improcrastinabile, l’urgenza di trasparenza indifferibile e la necessità di certezze inconfutabile; tutti gli annunci dovrebbero essere seguiti dai fatti. Dispiegamento di menti eccelse, simposi di esperti, coinvolgimenti di eccellenti competenze, non sembrano aver districato l’ingarbugliata matassa; che il senso della misura sia smarrito?
Ci vuole liquidità e sburocratizzazione. Insomma, decidere e punto.
E’ innegabile che non si può pensare di rinunciare a entrate destinate alle emergenze sanitarie, in via diretta o indiretta, ma la questione dovrebbe essere avulsa da dibattiti “partigiani” e più connessa, alla reale fattibilità correlata ai procedimenti relativi.
Qualcuno capirà, una volta per tutte, che il tessuto economico e sociale è oltremodo liso?
Gli esiti sono incerti e la situazione è drammatica.
Auguri a noi.

Raimondo Miele