video
adv

Circola sul web una scommessa su quando i video fake faranno il loro “debutto ufficiale in società” che coinvolge gli esperti del settore

Video fake: a breve dovremmo affrontare anche questo problema

Secondo gli esperti ormai ci siamo, a breve ci troveremo ad assistere alla diffusione, oltre che delle fake news (notizie false), anche dei video fake.

Che cosa sono i video fake?

I video fake sono dei video, realizzati grazie all’intelligenza artificiale con i quali sarà possibile far fare o far dire ad una persona cosa che in realtà non ha mai detto né ha mai fatto. Dunque, è facile immaginare i possibili scandali e danni a cui andremo incontro a breve.

I video fake influenzeranno notevolmente le elezioni politiche

Secondo la rivista IEEE Spectrum, tra gli esperti delle rete è già da tempo che circola una scommessa su quando i video fake faranno il loro “debutto in società”. La maggior parte degli esperti chiamati in causa sembra propendere per le Midterm degli Stati Uniti d’America, cioè le Elezioni di Metà Mandato, che si terranno nel prossimo mese di novembre.

Con i video fake, infatti, è possibile simulare le voci di personaggi politici di grande rilevanza, come Trump o Obama, per cui si teme l’impatto che questo strumento potrà avere nelle prossime elezioni politiche. Anzi, molti si stanno stupendo di come, in realtà, questo strumento non sia stato ancora utilizzato.

Video fake: non soltanto voci

Questo tipo di tecnologia basata sull’intelligenza artificiale è sempre in maggiore sviluppo e gli esempi di solo qualche mese fa in cui si sovrapponevano volti noti in scene porno, sono da considerare ormai già obsolete.

Infatti, oltre a manipolare volti o voci delle persone, ad oggi, si è addirittura in grado di modificare le espressioni facciali, costruendo una sorta di “manichini digitali”, ai quali sarà possibile far fare di tutto.

I dettagli della scommessa sui video fake

Coloro che hanno puntato sulla diffusione di video fake a novembre vinceranno la scommessa solo se il video incriminato riuscirà a raggiungere i 2 milioni di condivisioni prima che venga scoperto come falso.

Gli esperti che, invece, non hanno scommesso sulla diffusione dei “deepfake” in occasione delle Midterm, invece, sono convinti che debutteranno piuttosto con le presidenziali degli USA nel prossimo 2020.

Per cui, sono tutti convinti che il lancio ufficiale dei video fake sarà in concomitanza di grandi eventi politici.

Non ci resta che aspettare e sperare di riuscire, in qualche modo, a contenere la nuova ondata di false notizie.