luna 1
mirando la luna..
adv

È durata poco la vita dei primi germogli di cotone nati sulla luna, incidente che non va a sminuire l’incredibile traguardo raggiunto

Aggiornamento 17/01 ore 10:30

Hanno avuto vita breve i germogli di cotone nati sul lander Chang’e-4, approdato il 3/01/2019 sul lato oscuro della luna. A quanto pare, non hanno resistito al gelido clima della notte lunare. All’esterno della sonda le temperature hanno raggiunto i meno 180 gradi Celsius e la mini biosfera non era dotata di un valido sistema di riscaldamento, portando la temperatura interna a raggiungere i meno 52 gradi. Gli esperti lo ritengono comunque solo un incidente di percorso.

È nata la vita sulla luna grazie all’esperimento condotto dall’equipe cinese sulla sonda Chang’e-4, attraccata sul satellite il 3/01/2019 e chiamata così in onore alla Dea Luna della mitologia cinese.

luna 4
il riflesso della luna..

La notizia è stata divulgata dalla China National Space Administration (CNSA), l’agenzia spaziale cinese, facendo in pochi minuti il giro del mondo.

Come si è svolto il test

 Gli esperti hanno portato con se nel viaggio interstellare una mini serra composta da semi di cotone, lieviti, una pianta da fiore, patata, colza, Arabidopsis e un moscerino della frutta. La varietà è stata diversificata in previsione delle possibili reazioni dei micro organismi. La mini biosfera, creata dagli scienziati della Chongqing University, è composta da un secchiello di 18 cm che contiene acqua, aria e terra.

Il traguardo della vita è stato raggiunto dalla pianta di cotone, di cui sono nati i primi germogli. Ciò costituisce un record assoluto, una prima volta nella storia dell’uomo, come afferma Xie Gengxin, il professore a guida della missione.

Il tutto si è svolto a bordo del Chang’e-4, il lander approdato sul lato oscuro della luna.

Uno sguardo al passato

Simili test erano stati effettuati sulle stazioni spaziali, ma mai su un altro corpo celeste. Nel 2016 era infatti sbocciato il primo fiore dello spazio: una Zinnia arancione. All’ agosto 2015 risale la prima lattuga extraterrestre, dopo mesi di tentativi ed errori. Nell’aprile 2018 ci furono invece, le prime raccolte di mini cereali.

Gli obbiettivi della missione

La sonda sta studiando le radiazioni cosmiche, il vento solare, l’ambiente e la superficie lunare grazie al robot senza pilota Yutu-2, che attualmente si trova nel cratere Von Karman.

cratere
superficie lunare..

L’obiettivo a lungo termine dell’esperimento è creare una stazione spaziale internazionale sulla superficie lunare con un vero e proprio ecosistema, perché si possano sviluppare risorse per le future colonie di essere umani che potrebbero abitare la luna. Il governo cinese ha già programmato infatti altre 4 missioni lunari da portare a termine entro la fine dell’anno.