Home ALL CRONACA Cronaca Vittima di abusi sessuali per anni: 20enne si suicida a Busto Arsizio

Vittima di abusi sessuali per anni: 20enne si suicida a Busto Arsizio

204
Femminicidio, violenza sulle donne

Nessuna denuncia per scomparsa, la giovane vittima aveva lasciato un biglietto al fidanzato

 

L’orribile tragedia è accaduta a Busto Arsizio, in provincia di Varese. Una giovane donna di origini romene, di appena 20 anni, si è tolta la vita dopo una violenta lite con il fidanzato. Il suo corpo è stato rinvenuto in un campo della zona da un agricoltore che stava tagliando il fieno; immediatamente sono sopraggiunte le forze dell’ordine. Dagli esami autoptici sembra essere accertata la causa del decesso, ossia l’assunzione di un mix letale di alcol e psicofarmaci.

Polizia di Stato

La ricostruzione dell’accaduto

Da una prima ricostruzione, pare che la ragazza avesse avuto una discussione molto accesa con il suo compagno, il giorno della sua morte. Nell’abitazione dei due, che convivevano da qualche tempo, è stato ritrovato dalla polizia un biglietto scritto a mano, con il quale la giovane preannunciava di voler “togliere il disturbo”. E non sarebbe la prima volta che la ragazza sia arrivata a tentare gesti estremi. Ciò su cui si sta facendo chiarezza è il motivo per cui né la madre, né il suo fidanzato ne abbiano denunciato la scomparsa.

Un tragico passato di abusi

Le indagini della polizia hanno fatto emergere il doloroso passato della giovane 20enne. Una triste storia di abusi sessuali quando aveva appena 15 anni, ad opera dell’allora compagno della madre. L’uomo, al tempo, riuscì a sfuggire all’arresto rientrando nel paese di origine, mentre la giovane donna non è mai riuscita a dimenticare le violenze subite. Restano aperte le indagini per capire se il corpo sia stato portato in quel campo dopo la morte o, ipotesi più accertata, se la giovane si fosse recata li di sua spontanea volontà.