Waze
Waze, l'app sul traffico
adv

Il traffico non piace a nessuno e grazie a Waze si può scoprire cosa ci aspetta per strada, un aiuto per tutti gli automobilisti.

Quando siamo in macchina, ci sono delle problematiche che vogliamo evitare, come ad esempio il traffico, oppure vogliamo conoscere il costo del pedaggio autostradale. Per tutto questo e per molto altro, ci viene incontro un’app specifica: Waze. Vediamo come funziona.

Che cosa possiamo fare con Waze?

Waze ha differenti funzioni, tramite quest’app, infatti, si può:

  • Scoprire cosa succede sulla strada – avvisi sul traffico, polizia, pericoli e altro riguardo alla guida;
  • Arrivare a destinazione più velocemente, tramite le modifiche istantanee del percorso per evitare il traffico e risparmiare tempo;
  • Ascoltare la musica direttamente da quest’applicazione;
  • Scoprire quando arrivare a destinazione, il tempo di arrivo è basato sui dati reali di traffico;
  • Trovare il carburante meno costoso lungo percorso.
Waze
Waze, la mappa live

Un’applicazione basata sul crowdsourcing

Il crowdsourcing è lo sviluppo collettivo di un progetto da parte di una moltitudine di persone esterne all’azienda ideatrice. Waze, l’applicazione gratuita di navigazione stradale per dispositivi mobile, è basata proprio sul concetto di crowdsourcing, in quanto, grazie agli utilizzatori, è in grado di fornire aggiornamenti sul traffico o altri avvenimenti in tempo reale. Inoltre grazie agli utenti che utilizzano l’app, è in grado di fornire tempi molto precisi su un percorso.

Waze è stata acquistata nel 2013 da Google, che ha migliorato ulteriormente l’applicazione integrando alcune funzioni da Google Maps e Google Street View.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.