adv

Per proteggere i nostri dati personali e le nostre conversazioni su WhatsApp esistono diversi trucchi davvero indispensabili….

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica più utilizzata al momento e sicuramente quella maggiormente preferita dagli utenti per scambiarsi foto, video e dati personali.

Ma quanto sono sicuri questi scambi?

Per proteggere la quantità di informazioni che ogni giorno circolano tramite WhatsApp possono essere tutelare e protette con 7 diversi trucchetti che tutti dovrebbero conoscere. Scopriamoli…

WhatsApp: Crittografia end-to-end

La crittografia end-to-end è un sistema lanciato a metà 2016 necessario e davvero molto utile per proteggersi le informazioni trasmesse ogni giorno con l’app. Questa tecnologia impedisce che le nostre conversazioni siano protette dall’intercettazioni da terze parti.

Al di là di questa prima forma di protezione dell’account esistono altre forme di sicurezza che rendono ancora più sicure le nostre chat di WhatsApp, basta mettere in pratica piccoli accorgimenti…

Eseguire il logout dai PC

Da qualche tempo è possibile utilizzare WhatsApp anche da computer scansionando il codice QR attraverso la videocamera dello smartphone.

A funzione è davvero molto, tuttavia diventa pericolosa quando dimentichiamo di effettuare il logout dal sistema. Questa dimenticanza potrebbe costare caro, poiché chiunque utilizzerà il pc dopo di noi potrà avere accesso a tutte le nostre informazioni personali.

Il logout lo si può effettuare direttamente dallo smartphone  digitando la voce “WhatsApp Web” e premere l’opzione che consente di scollegarsi da tutti i pc.

WhatsApp: L’autenticazione a due fattori

Questa strategia di protezione è l’autenticazione a due fattori, uno strumento di sicurezza che impedisce a terzi l’accesso ai nostri dati, utilizzando solo il nostro numero di telefono.

Per avviare l’app c’è bisogno di un codice di verifica che non deve essere in alcun modo rintracciato per non mettere a rischio i nostri dati.

Tuttavia, una volta attivata bisognerà inserire un codice di 6 cifre senza il Pin per rendere impossibile l’accesso a WhatsApp.

Per attivarla basta cliccare su un Account e poi scegliere la voce “verifica in due passaggi” e poi digitare su “attiva”, dopodiché bisognerà inserire il codice di sicurezza e un indirizzo email.

WhatsApp: Proteggere la privacy delle nostre foto

Come spesso accade sui social è molto semplice scaricare e salvare sul proprio pc o smartphone  le foto degli altri utenti.

Questa “violazione della privacy” può accadere anche per la nostra immagine di profilo di WhatsApp e se non vogliamo che gli altri se ne impossessino è bene agire per proteggerla.

Come fare? Semplice, basta accedere alla sezione “Account” e selezionare la voce “Privacy”, successivamente pigiate su “Immagine del profilo” e infine “I miei contatti”.

In questo modo la vostro foto è salva!

Allo stesso modo bisognerebbe proteggere le foto della galleria per evitare che i ficcanaso possano rubare i nostri file.

La procedura è un po’ più complicata, bisogna controllare se sul nostro smartphone è installato un file manager  e utilizzarlo per creare la cartella “immagini di WhatsApp”.

Una volta eseguita tale procedura, bisognerà cliccare sul simbolo “+” e creare il file .nomedia,  dopo basterà riavviare il telefono e le immagini di WhatsApp scompariranno dalla galleria!

Creare password per WhatsApp

Creare password per WhatsApp è utile per tenerlo sottochiave ed evitare che chiunque possa leggere le conversazioni. Una soluzione utile sarebbe scaricare applicazioni terze adatte a questo scopo e che consentono di creare delle combinazioni sicure per proteggere la nostra privacy.

WhatsApp: Evitare i link sospetti e cancellazione dell’account

Questi due punti sono fondamentali per la sicurezza dei nostri dati e la protezione della privacy.

In primis è bene sapere che su WhatsApp girano tantissimi link che contengono virus, malwware e phishing.

L’unico consiglio utile a questo problema è sicuramente quello di non cliccare su nessun link che non avete richiesto, altrimenti si corre il rischio di compromettere la protezione del device.

Infine, qualora perdeste lo smartphone oppure vi fosse rubato è consigliabile chiedere la cancellazione del proprio account, disattivando il profilo di WhatsApp.

L’unico modo per farlo è contattare il centro assistenza all’email  support@whatsapp.com e inserire come oggetto: Perso/rubato: disattivazione del mio account, allegando il numero di telefono usando lo standard internazionale.

Avatar
Sarnataro Carla, nata a Villaricca il 21 giugno del 1993, ha conseguito il diploma nel 2012 presso il Liceo scientifico A.M. De Carlo a Giugliano, mentre la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche psicologiche nel 2015. A luglio 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale con lode in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La scrittura è una passione recondita che pian piano sta fiorendo attraverso diversi sbocchi; la lettura l’accompagna sin da piccola insieme ad altre passioni artistiche come la pittura e il disegno.