WhatsApp Dark Mode
WhatsApp Dark Mode
adv

L’app cambia non solo per un fattore estetico, ma la batteria durerà di più e la vista si stancherà di meno

L’ultima novità in casa WhatsApp è il Dark Mode. Dopo i messaggi che si autodistruggono, ecco un’altra interessante novità di quest’applicazione. Vediamo le nuove caratteristiche e i motivi di questa scelta.

Le caratteristiche

WhatsApp ha recentemente inviato un nuovo aggiornamento che porterà alla modalità scuro la famosa applicazione. Fino a oggi abbiamo utilizzato la modalità chiara, tra poco potremmo abilitare, se lo vogliamo, il tema dark mode che trasformerà l’app in blu notte con scritte in grigio.

Gli utenti potranno scegliere questa nuova funzionalità all’interno delle “Impostazioni”, nella sezione “Tema” e da qui si potrà scegliere se avere uno sfondo più scuro rispetto a quello attuale.

WhatsApp Dark Mode: i motivi della scelta

Perché cambiare l’aspetto di un’applicazione che già funziona molto bene? Il motivo non è solo di natura estetica e, anzi, non incide minimamente sul funzionamento dell’app, ma ha due principali obiettivi: ridurre il consumo di batteria e affaticare meno gli occhi. Infatti, per quanto riguarda le nuove tecnologie, esistono delle tonalità di colore che, rispetto ad altre, stancano meno la vista. Passiamo, ormai, gran parte del nostro tempo con lo smartphone per leggere notizie, dare uno sguardo ai messaggi, chattare, navigare su internet e sui social ed è normale che affatichiamo gli occhi. Optare su colori che non stancano la vista ed evitare quelli troppi chiari è una buona opportunità che offre WhatsApp ai suoi utenti.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.