WhatsApp è ormai ufficiale l’arrivo della pubblicità
adv

WhatsApp presenterà una novità di rilievo e sgradita ai più: la pubblicità. L’app di messaggistica istantanea potrà così rimanere gratuita

Anno nuovo, nuova filosofia aziendale: WhatsApp, pur rimanendo gratuita, a stretto giro dovrebbe introdurre la pubblicità. È questa la strada che Zuckerberg e il suo entourage sembrano aver scelto per monetizzare in qualche modo l’attività dell’app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo. La notizia può essere data per sicura: ad annunciare la novità è stato difatti l’americano Wall Street Journal, che ha citato fonti interne all’azienda. Non si tratta, comunque, di un cambiamento che giunge completamente inatteso: dell’introduzione dei banner pubblicitari su WhatsApp si vociferava, infatti, già da diversi mesi.

Le proteste degli utenti non si sono fatte attendere e si sono aggiunte a quelle di coloro che sono stati esclusi dagli aggiornamenti dell’app, perché in possesso di smartphone un po’ datati (per approfondimenti leggi qui). Come cambierà WhatsApp con l’introduzione della pubblicità?

WhatsApp e gli annunci pubblicitari come Zuckerbeerg cambierà l’app

WhatsApp e gli annunci pubblicitari: come cambierà l’app

L’arrivo della pubblicità su WhatsApp, in un primo momento, sembrava dovesse riguardare l’app in generale, modificandone definitivamente la fisionomia. A seguito delle numerose proteste (e di minacce di migrazioni di massa a Telegram e Snapchat) sembra poi che Zuckerberg sia sceso a più miti consigli. Le ultime dichiarazioni apparse sul Wall Street Journal confermano infatti che, per ora, i messaggi pubblicitari andranno ad interessare solamente gli stati e le storie. Inoltre, anche in considerazione del poco spazio disponibile, dovrebbe trattarsi di banner dalle dimensioni ridotte, che non dovrebbero pregiudicare la fruibilità dell’app. La comparsa dell’inserzione/annuncio pubblicitario dovrebbe andare ad interrompere brevemente la visualizzazione delle storie. Le chat dovrebbero invece mantenere l’aspetto attuale e le conversazioni restare protette dalla comparsa di fastidiose inserzioni.

Resta da capire quanti banner pubblicitari saranno introdotti e con che frequenza compariranno agli utenti che vorranno visualizzare una storia o leggere uno stato. Su questi ultimi aspetti non sono ancora giunte notizie certe e, dunque, bisognerà attendere il prossimo aggiornamento di WhatsApp per poterne sapere di più.