WiFi gratis
WiFi gratuito per 510 comuni italiani
adv

Sono 510 i comuni italiani che hanno vinto il bando dell’Unione Europea per avere il WiFi gratis

WiFi gratis in 510 comuni italiani grazie iniziativa denominata WiFi4EU.

L’iniziativa ha coinvolto tutti i paesi dell’Unione Europea e le città interessate hanno partecipato al bando che ha messo a disposizione, appunto, un buono da 15mila euro per creare gli hotspot internet in luoghi pubblici.

WiFi gratis: l’iniziativa WiFi4EU

L’iniziativa WiFi4EU promuove il libero accesso alla connettività WiFi per i cittadini negli spazi pubblici nei comuni di tutta Europa, fra cui: parchi, piazze, edifici, biblioteche, centri sanitari e musei.

Offre ai comuni la possibilità di richiedere un voucher per un valore di 15.000 euro. I buoni saranno utilizzati per installare apparecchiature per la connessione negli spazi pubblici all’interno delle città che non sono già dotati di uno hotspot WiFi gratuito.

Il bando è stato aperto agli enti del settore pubblico di tutti gli Stati membri dell’UE. I vincitori avranno 18 mesi di tempo, dall’assegnazione del voucher, per provvedere a installare gli hotspot WiFi funzionanti.

WiFi gratis: i numeri sulla partecipazione al bando

La seconda chiamata dell’iniziativa ha avuto un budget di 51 milioni di euro. 3.400 comuni europei riceveranno un voucher per impostare gli hotspot Wi-Fi negli spazi pubblici.

Per l’intera durata del progetto, la Commissione ha messo a disposizione un ulteriore budget, in aggiunta agli iniziali 120 milioni di euro assegnati, aumentando il numero totale di buoni disponibili.

Pur basandosi sul principio del “primo arrivato, primo servito” (il 98% dei voucher è stato assegnato nei primi 60 secondi di apertura del bando) a tutti i paesi partecipanti è stato tuttavia garantito un minimo di 15 buoni, purché avessero un numero sufficiente di candidati.

WiFi gratis
Grazie ad un bando europeo molti comuni italiani avranno il WiFi gratis nei luoghi pubblici

I comuni vincitori della seconda chiamata

Sono più di 10.000 i comuni in tutta Europa che hanno richiesto un buono WiFi4EU. A seguito di una valutazione delle domande è stato pubblicato l’elenco delle città vincitrici.

Entro la prossima settimana, ciascun candidato riceverà una notifica individuale dei risultati della chiamata. Una volta notificati, i comuni vincitori dovranno firmare un accordo di sovvenzione, disponibile sul portale WiFi4EU, per ricevere il buono del valore di 15.000 euro.

Spagna, Italia e Germania hanno raggiunto il numero massimo di buoni disponibili per un singolo Stato membro.

Tra i comuni italiani vincitori possiamo citare: Alberobello, Alessandria, Amalfi, Cantù, Caserta, Catania, Crema, L’Aquila, Macerata, Monza, Mugnano di Napoli, Nocera Inferiore, Novara, Ravenna, Riccione e tanti altri che potete visionare al seguente link.

Grazie a questa iniziativa, finalmente, molti comuni italiani potranno garantire un servizio necessario, ma che è carente in tutto il territorio italiano. Non solo le grandi città, ma anche i piccoli centri potranno dotarsi di un servizio di WiFi gratuito messo a disposizione dei propri cittadini.

L’iniziativa è volta a ottenere che in tutti i paesi dell’UE ci sia lo stesso grado di evoluzione per quanto riguarda la connessione pubblica gratuita.

Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.