adv

Xbox One, console targata Microsoft, compete sul mercato insieme alle sue rivali PlayStation 4 e Wii U, accontentando tutti i gusti.

Nata nel 2013, l’Xbox One è una console di casa Microsoft appartenente anch’essa all’ottava generazione e dotata di intrattenimento multimediale e videoludico.

Nel 2016 è stata presentata l’Xbox One S, una versione della console ridotta di quasi della metà nelle dimensioni rispetto alla prima versione, che introduce il supporto Blu-ray 4K e il controller Bluetooth.

Xbox One fece il suo esordio nel 2013, alla GamesCom e all’Electronic Entertainment Expo in cui fu solo presentata e a novembre dello stesso anno fu poi resa disponibile sul mercato.

Un po’ di Storia…

Xbox One, console che piace a tutti

Volendo darne una completa descrizione dovremmo partire da alcuni cenni di Storia. Xbox One originariamente era stata pensata con il nome di Xbox 720, ma poi si decise di optare per la parola One indicante “All in One” (Tutt’uno) che rappresentava meglio le caratteristiche della console.

Quando fu presentata per la prima volta nel 2013 furono anche annunciati i primi 15 titoli di giochi in esclusiva per Xbox One, i quali conferivano molto prestigio alla console.

Tuttavia, la connessione obbligatoria ad internet per verificare l’account e per la registrazione online dei giochi rese l’utilizzo della console un po’ complesso, il che non fece che generare un malcontento generale tra i più affezionati all’Xbox e non.

Iniziò pian piano a diffondersi una insoddisfazione unanime per le strategie di marketing scelte da Microsoft, la quale fu costretta a bloccare ogni tipo di commento degli utenti sulle piattaforme di condivisione.

un po' di storia della xbox

Ad incentivare il clima già teso fu un ex dirigente dell’azienda, Mattrick, il quale dichiarò che per chiunque avesse problemi di connessione e fosse impossibilitato ad usare internet, l’alternativa restava Xbox 360.

Questa “offesa” da parte di uno dei maggiori esponenti, banalmente, non aveva tenuto conto del fatto che negli stessi anni si stavano diffondendo console superiori all’Xbox 360 e più semplici da utilizzare rispetto a Xbox One.

L’intervento di Mattarick non restò impunito, infatti un mese dopo l’accaduto questi lasciò Microsoft per passare a Zynga. Fortunatamente questo lancio travagliato non ha gravato troppo sulle vendite, infatti in Nord America furono vendute 900mila console in nove giorni, mentre in diciotto giorni le unità vendute ammontarono a 2 milioni.

Questi numeri, tuttavia, non portarono il primato di vendite alla console, che rimase al secondo posto, dopo la PlayStation4.

Inizialmente Xbox One fu lanciata sul mercato Europeo e del Nord America, lasciando furori Danimarca, Finlandia, Olanda, Svizzera, Cina, Giappone, Norvegia, Russia e Belgio dove farà il suo ingresso solo nel 2014.

Per favorire le vendite, Phil Spencer, il nuovo responsabile delle strategie di Microsoft, affermò che sarebbe stato possibile riutilizzare i giochi delle vecchie console Xbox e Xbox 360 per la nuova Xbox One, la quale sarebbe stata resa retrocompatibile.

Inoltre, fu proposta l’idea di un emulatore della console per pc, accettata di buon grado e successivamente confermata. Nel 2016 Spencer propose di favorire il download dei giochi Xbox One sui pc Microsoft con Windows 10 per chi avesse già un account creato con Xbox, in modo da poter utilizzare gratuitamente gli stessi giochi su pc e console.

I titoli dei giochi coinvolti nell’iniziativa furono: Dead Rising 4, Scalebound, Forza Horizon 3, Sea of Thieves e Gears of War 4.

Tre anni dopo la presentazione di Xbox One, all’Electronic Entertainment Expo, fu proposta la versione più compatta e potente della vecchia console: l’Xbox S.

Xbox S ha sbancato sul mercato superando ps4

L’Xbox S ha sbancato le vendite, superando anche quelle di PlayStation 4, incrementando le vendite di circa il 75% sia in Europa che in America.

Giusto un anno dopo, Microsoft presenta Xbox X durante Electronic Entertainment Expo 2017, messa a disposizione del mercato Europeo e Americano dal novembre dello stesso anno, per una cifra pari a 499€.  Le novità introdotte con l’ultima versione della console consentono giochi in altissima definizione, anche quelli della versione Xbox One, inoltre sfrutta al massimo la potenza dei giochi first party (prodotti direttamente da Microsoft) e third party (produttori indipendenti rispetto a Microsoft).

Xbox Xl'ultima arrivata in casa Microsoft

Prestazioni e Hardware della Xbox One

Partendo dal design, Xbox One si presenta come un parallelepipedo di dimensioni pari a 34,3cm x 26,3cm x 8cm non ingombrante, simile a PlayStation 4 e più squadrata rispetto alla precedente versione Xbox 360.

La scocca presenta parti lucide e opache e le linee pulite la rendono adattabile ad ogni tipo di arredamento, anche se in questo caso non è prevista la posizione verticale. Su un lato vi sono delle bocchette d’aria che fanno in modo da evitare un eccessivo surriscaldamento della console, rendendola quanto più silenziosa possibile.

La parte frontale, oltre al logo luminoso che segnala l’accensione e lo spegnimento di Xbox One, presenta anche un lettore CD/Blu-Ray in grado di riprodurre film in DVD.

La parte posteriore presenta tutti gli attacchi per i diversi cavi che servono a collegare la console alla TV, mentre sul lato opposto alle bocchette d’aria vi sono un ingresso USB apposito per la carica e il collegamento per il Joypad.

Joypad più veloce e preciso

Il processore di Xbox One è un Octa-core x86-64, monta una RAM di 8 GB, di cui 3GB sono occupati dal sistema operativo. La memoria dedicata al salvataggio dati è pari a 500GB (la versione Xbox S dispone invece di 2T) e una flash memory di 8 GB.

Il Joypad,  fornito in dotazione,  resta nell’aspetto molto simile a quello dell’Xbox 360, anche se le differenze si riscontrano già per i tasti Start e Select, sostituiti dai tasti Menù e Wiew, inoltre è stata aumentata la sensibilità dei tasti analogici e la copertura wireless, pari a 9 metri.

Come per il controller di PlayStation 4 anche il Joypad presenta degli infrarossi che lo collegano alla Kinect, consentendo a quest’ultima di riconoscere i movimenti e il volto di chi lo usa.

prestazioni di gioco migliorate

Nella confezione della console sono presenti non solo il Joypad, ma anche le nuove cuffie e l’apposita Kinect. La Kinect, come il Joypad, è stata notevolmente migliorata, in modo da favorire l’esperienza di gioco anche in condizioni di scarsa luminosità, attraverso l’impiego della tecnologia Real Vision e la tecnologia Real Motion che individua più facilmente i movimenti del giocatore.

La novità di Kinect consiste nell’inserimento di un microfono in grado di riconoscere comandi vocali per accedere alle voci delle opzioni di base, utilizzando una tecnologia Real Voice.

Kinect Xbox One migliora la qualità di gaming

Infine, la schermata di accensione presenta la possibilità di utilizzare diversi sistemi operativi, che si interfacciano tra loro per una migliore gestione della console.

Lo stile resta molto simile a quello adoperato per Windows Phone e Windows 8, infatti il menù presenta sezioni in cui sono riportate le applicazioni usate, i film, gli elementi social e ovviamente i giochi.

Anche in questo caso, la dashboard è personalizzabile con applicazioni scaricabili, come Twitch, Skype, Game DVR, Machinima e Upload Studio.

Inizialmente sembrava quasi che Xbox One non volesse emergere appieno, mostrando quelle che sono tutt’ora le sue potenzialità.

Successivamente, aiutata anche dalle sorelle minori Xbox S e Xbox X, è riuscita a sbancare nel mondo delle nuove generazioni di console, conquistando primati meritati.

Nulla da aggiungere, se non complimentarci con Microsoft che ha saputo fare ottime scelte, assicurandosi, ancora una volta, i risultati migliori.