Xiaomi Redmi Note 5
adv

Dopo l’uscita della ROM Global Stabile, Xiaomi Redmi Note 5 (Xiaomi Redmi Note 5 Pro in alcuni mercati) potrebbe essere un best-buy assoluto. Scheda tecnica, prezzo e tutto ciò che c’è da sapere sullo smartphone cinese nella nostra recensione

L’uscita dello Xiaomi Redmi Note 5 era attesa con grande curiosità alla luce del successo commerciale e delle lusinghiere critiche riscosse dal predecessore, lo Xiaiomi Redmi Note 4X. Iniziamo con una precisazione: sul mercato indiano lo stesso prodotto ha assunto la denominazione di Xiaomi Redmi Note 5 Pro.

Al di là della confusione generata dalla varietà di nomi che il dispositivo ha assunto, l’impressione è che anche questo nuovo smartphone dell’azienda cinese abbia tutte le carte in regola per far ben parlare di se.

Si tratta infatti di un device di fascia media ma solo per quanto riguarda il prezzo. Xiaomi Redmi Note 5 ha infatti in dotazione una scheda tecnica di livello che lo pone immediatamente a ridosso, per molti aspetti, ai top di gamma. Scopriamo tutte le caratteristiche dello smartphone made in China.

Design Xiaomi Redmi Note 5

Le dimensioni dello Xiaomi Redmi Note 5 sono importanti: 158.6 x 75.4 x 8.05 mm, per un peso di ben 181 grammi. Si tratta dunque di uno smartphone da usare prevalentemente usando entrambe le mani per evitare di farlo cadere. D’altro canto, il fatto che non sia una piuma, contribuisce a dare una maggiore sensazione di stabilità alla presa. Il corpo del telefono è quasi interamente in metallo, con inserti in plastica sui lati superiore ed inferiore, che segnalano la presenza dell’antenna.

La scocca posteriore ospita, in alto a sinistra, il doppio modulo fotocamera che sporge leggermente verso l’esterno. Il lettore d’impronte digitali si trova anch’esso sul retro ed il posizionamento non è probabilmente dei più comodi da raggiungere. Sul lato anteriore spicca una delle novità del telefono che, per la prima volta, incorpora un flash led anche sul davanti. E’ stato inoltre implementato un secondo microfono dedicato alla riduzione del rumore, utile sia in chiamata che durante la registrazione dei video. E’ presente il jack per le cuffie da 3.5 mm, posizionato sul lato inferiore.

Display Xiaomi Redmi Note 5

Display Xiaomi Redmi Note 5

Il display è una buona unità LCD da 6 pollici, con risoluzione 1080 x 2160 pxl ed una densità di 403 ppi. Il rapporto d’aspetto è 18:9, ma non si tratta di un telefono “a tutto schermo”. Le cornici superiore ed inferiore, seppur ridotte rispetto al passato, mantengono infatti dimensioni di un certo rilievo.

Il vetro che copre lo schermo è di tipo “Gorilla Glass” ed ha una leggera curvatura 2.5 D, con bordi leggermente arrotondati per conferire un design più moderno ed una migliore ergonomia. Le prestazioni sono nel complesso nella media della fascia di prezzo, ma l’elevata luminosità del display aiuta molto la visibilità in ambienti esterni.
L’audio è mono, di media qualità; la pressione sonora è accettabile, ma non elevatissima. Molto meglio il suono che viene riprodotto usando gli auricolari.

Hardware Xiaomi Redmi Note 5

Xiaomi Redmi Note 5 è equipaggiato con il nuovo SoC Snapdragon 636, un octa-core fino a 1,8 GHz, accompagnato dalla GPU Andreno 509, da abbinare a due differenti tagli di memoria: 3/4 GB di RAM e 32/64 GB di ROM. Si tratta di specifiche tecniche di assoluto rilievo ed in grado di garantire allo smartphone prestazioni molto simili a quelle dei top di gamma assoluti.

Il telefono appare fluido e reattivo in ogni situazione e non scalda nemmeno durante il multitasking più spinto. Questo significa anche che Xiomi è riuscita ad ottimizzare il dispositivo molto meglio di quanto abbia fatto in passato. La giocabilità è ottima anche con i titoli di ultima generazione più impegnativi, che si avviano velocemente e senza lag.

La memoria interna è inoltre espandibile fino a 200 GB mediante riscorso a SD di memoria esterna, che andrebbe a prendere il posto della seconda Sim. E’ inoltre prevista una terza versione con 6 GB di RAM, ma non sappiamo se sarà disponibile al di fuori del mercato cinese.

Software Xiaomi Redmi Note 5

Lo Xiaomi Redmi Note 5 ha un sistema operativo basato su Android Oreo, aggiornato alla versione 8.1, fortemente personalizzato dall’interfaccia MIUI, giunta alla versione 9.5. Si tratta di un’esperienza d’uso fortemente distante da quella Android “stock”, che viene garantita dai Pixel di Google o dai dispositivi Motorola come il Moto G6.

In ogni caso, il sistema operativo offre innumerevoli possibilità di personalizzazione all’utente, che può scegliere tra numerosissime gesture in grado di venire incontro a gusti anche molto differenti tra loro. Xiaomi ha inoltre un titolo di merito che spesso manca ai diretti competitors: la celerità e l’efficacia degli aggiornamenti.

La dotazione di sensori è completa: accelerometro, giroscopio, bussola, sensore di prossimità e di luminosità. Ottima la ricezione GPS ed è inoltre presente la radio FM; manca però l’NFC.

Fotocamera Xiaomi Redmi Note 5

Fotocamera Xiaomi Redmi Note 5

Anche su questo versante i passi in avanti sono sostanziosi. Il doppio modulo fotocamera incorpora un sensore principale da 12 Mpx, con apertura f/1.9 ed uno secondario, da 5 Mpx, dedicato solo alla raccolta dati sulla profondità di campo. Le foto mostrano una qualità decisamente apprezzabile per quanto riguarda gli scatti diurni, mentre un po’ di rumore di troppo compare nelle foto con poca luce.

Ciò è sicuramente dovuto all’assenza della stabilizzazione ottica delle immagini, ma siamo comunque su livelli generali superiori a quelli dei dispositivi di fascia media. Ottimo anche il comportamento della funzione di HDR automatico.

Ancora meglio il comparto video, dove la stabilizzazione elettronica svolge egregiamente il suo lavoro. Sulla carta la risoluzione video dovrebbe raggiungere i 4K, ma per ora ciò non è possibile e si raggiunge solo il Full HD a 1080 p. Sembra però che arriverà presto un aggiornamento software risolutivo per il 4K.

La fotocamera frontale incorpora un sensore da 13 Mpx con apertura F/2.2 che, accompagnato dal flash led, permette selfie accettabili anche in condizioni di poca luce.

Connettività ed autonomia Xiaomi Redmi Note 5

Lo Xiaomi Redmi Note 5 emerge nettamente rispetto ai dispositivi di fascia media anche per quanto riguarda la connettività, che è LTE fino a 600 Mbps. E’ inoltre presente il Bluetooth 5.0 ed il Wi-fi ad alta velocità.

La batteria, da 4000 MaH, è sicuramente uno dei punti di forza dello smartphone, in grado di garantire addirittura due giorni di autonomia con un utilizzo medio. Il caricabatteria fornito in dotazione riesce a garantire un ciclo completo di carica in circa 2 ore.

Prezzo Xiaomi Redmi Note 5 – ROM Global

Numerose erano state le perplessità generate dalla varietà di ROM che avevano accompagnato l’uscita dello Xiaomi Redmi Note 5. Nessuna di queste sembrava infatti in grado di offrire un funzionamento equilibrato dello smartphone sul mercato europeo. Solo gli utenti più smanettoni e consapevoli erano in grado di districarsi tra procedure di installazione dei servizi Google e personalizzazioni piuttosto complicate. Il recente rilascio della ROM Global Stabile dovrebbe aver risolto questo tipo di problematica, anche se siamo ancora in fase di rodaggio.

Il prezzo di Xiaomi Redmi Note 5 oscilla tra i 160 Euro ed i 220 Euro in base a vari parametri: versione ROM, memoria RAM, memoria interna. Una volta reso stabile sul nostro mercato, si tratterà di un best-buy assoluto, in grado di stracciare tutti i concorrenti tra gli smartphone di fascia media.