YouTube film gratis immagine evidenza Netflix streaming
adv

Sembrerebbe impossibile da credere, eppure il titolo di questo articolo dice il vero. YouTube starebbe sperimentando un nuovo modello di marketing che si discosta dallo streaming on-demand a pagamento. Nonostante servizi collaudati come Netflix siano largamente apprezzati, questa volta c’è una piccola differenza: il prezzo!

Dover sottoscrivere un abbonamento mensile di certo non è molto incoraggiante per tante persone lì fuori che, magari, vogliono solo vedere un film quella sera sul divano a non fare nulla. Quale sarebbe la soluzione di YouTube?

In realtà non è nulla di innovativo, poiché si rifà a un concetto che conosciamo bene e che abbiamo spesso proprio sotto gli occhi: la televisione.

Nonostante negli ultimi anni essa stia perdendo piano piano terreno contro soluzioni più comode, flessibili, portatili e senza orari fissi, i palinsesti televisivi sono ancora una realtà parecchio forte. Probabilmente parte di questa forza proviene anche dalle pubblicità.

Queste non possono essere saltate su una televisione e si è costretti a guardarle per godersi il proprio programma.

Talvolta le pubblicità hanno rappresentato lo spazio durante il quale era possibile sgranchire le gambe e dedicarsi momentaneamente ad altro senza perdere la trasmissione. Perché dunque rinunciare a un momento così emblematico?

Anche se su YouTube e altre piattaforme di streaming è sempre possibile fermare in qualsiasi momento ciò che si sta guardando senza perderne neanche un secondo, indubbiamente il costo di tali servizi può scoraggiare. Ecco perché la nuova proposta di YouTube è semplice: film gratis con qualche pubblicità.

Quanti e quali sono i film disponibili?

Al momento il catalogo di film gratis su YouTube è decisamente più ristretto rispetto a quello di piattaforme come Netflix o Amazon Prime Video, ma conta circa 100 titoli. Fra i più importanti figurano “Rocky”, “Terminator”, “La rivincita delle bionde”.

Col tempo il catalogo sarà ulteriormente espanso e non si esclude che in futuro si potrà perfino contare su alcune esclusive di YouTube. Di certo le premesse sono molto interessanti, coniugando la semplicità dello streaming anche mobile e il fascino old style delle pubblicità.

D’altronde è lecito offrire un servizio gratuito permettendo al contempo anche a molte aziende di raggiungere potenziali clienti. Se il guadagno arriva da entrambe le parti, perché non promuovere e credere in questo progetto?

Attendiamo fiduciosi un arrivo imminente anche nella nostra nazione dato che, al momento, i film in chiaro gratuitamente sono disponibili solo per gli Stati Uniti.

E voi? Siete interessati al nuovo progetto di Youtube?